Paolo condivide le sue ricette su cucino.net. Registrati per pubblicare le tue. È gratis!

La pasta all'uovo

La pasta all'uovo
Portate: 
10
Tempo di preparazione: 
60
Tempo di cottura: 
3

La pasta all'uovo fatta in casa è molto meno complicata di quello che sembri. Basta prendere un pò di pratica, soprattutto quando la si sfoglia (perchè io non la faccio a mano ma uso una sfogliatrice) e capire quanto farla asciugare perchè non sia troppo morbida nè troppo secca con il rischio che si spezzi. Dopo qualche volta che la si fà tutto sarà più naturale; almeno così mi dice mia nonna visto che io l'avrò fatta si e no 5 volte.

Ingredienti

LA PASTA ALL'UOVO
400g di farina di semola di grano duro
100g di farina 00
5 uova freschissime

Preparazione

Mettere la farina in una ciotola, posare le uova al centro e cominciare ad impastare con una forchetta. Quando l'impasto comincia a mischiarsi cominciare ad impastare con le mani, sempre nella ciotola fino a quando gli ingredienti sono bene amalgamati. A questo punto passare nella spianatoia dove bisogna impastare per almeno dieci minuti facendo forza con la parte bassa del palmo. Far riposare l'impasto almeno mezz'ora e quindi dividerlo in 6 parti. Passare ogni pezzo nella sfogliatrice (io ho un Imperia manuale) fino ad ottenere delle striscie lunghe (si comincia dallo spessore più grande fino a quello desiderato, nella mia macchina è il penultimo) passando ogni pezzo nella sfogliatrice almeno tre volte. Far riposare le striscie una decina di minuti (non devono seccarsi troppo né essere troppo morbide, altrimenti si rompono). A questo punto io solitamente ci facco tre cose: le lasagne, le tagliatelle o i ravioli. Per le lasagne la pasta è pronta per essere cotta, per le tagliatelle è sufficiente disporre le striscie (50 cm circa ciascuna) sulla spianatoia cospargendole con un velo di farina di semola e quindi piegarle. Mia nonna prima prende il segno della metà poi da ambo i lati comincia a piegarla in lembi da tre dita circa fino ad arrivare in mezzo. Quindi con un coltello a lama piatta taglia le tagliatelle da circa 4 mm. Ovviamente qui si può giocare con lo spessore della pasta (a me piaccione un pò più spesse e strette e a volte con la mia sfogliatrice mi fermo alla terz'ultima tacca).

Per i ravioli invece è necessario porre le striscie (larghe almeno 10 cm) nella spianatoia e disporci delle palline di ripieno in 2 colonne distanziando ogni pallina in modo che sia possibile chiudere i ravioli. Disporre,quindi, una striscia sopra a quella appena preparata chiudere i ravioli con l'apposita rotella.